LAVORI VAL CHIARAVAGNA: CONCORDATE COI RESIDENTI MISURE DI RIDUZIONE DEL DISAGIO

Nell’ambito dei lavori, recentemente avviati, per l’adeguamento della viabilità lungo la Val Chiaravagna, nel comune di Genova, sono state predisposte alcune misure finalizzate a ridurre i possibili disagi e che riguardano in particolare la garanzia di risarcimento in caso di danni e la riduzione delle polveri. È il risultato degli accordi seguiti ad alcuni incontri e sopralluoghi cui hanno partecipato il Comitato dei residenti di via Chiaravagna, l’amministrazione comunale, l’operatore infopoint del commissario straordinario di governo, Cociv, i fornitori di calcestruzzo e le cave interessate.

È stata concordata la redazione di “verbali di stato” che testimoniano lo stato delle abitazioni prima dei lavori, così da avere certezza che in caso di danni si potranno avviare le procedure assicurative di risarcimento. Per quanto riguarda invece le polveri sono state decise diverse azioni: dalla pulizia della strada, con un passaggio di spazzatrici e mezzi lavastrade tre giorni la settimana, alla pavimentazione di alcuni tratti stradali in località Serra e Panigaro interni alle cave, attualmente sterrati e interessati del passaggio di mezzi di cantiere. Sarà anche installato un impianto lavaruote tra il sito di deposito Vecchie Fornaci e la nuova galleria di accesso e sarà ammodernato l’impianto di lavaggio già esistente in Cava Unicalce.  Nei prossimi mesi si monitoreranno i risultati delle misure predisposte e sarà valutata l’installazione di un ulteriore impianto lavaruote in località Panigaro.  

L’operatore infopoint resta a disposizione dei residenti attraverso la mail infopoint.tvg@mit.gov.it e il numero di telefono 328 0896941 (lunedì, mercoledì e giovedì dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.00) per rispondere a eventuali segnalazioni e domande.