INFRASTRUTTURE CONTRO L’ISOLAMENTO

Terzo Valico: aggancio all’Europa, questo il tema del secondo appuntamento del ciclo di incontri Infrastrutture contro l’isolamento, promosso dalla Camera di Commercio, che si è svolto a Genova il 12 maggio e dove è intervenuto anche il Commissario di governo Iolanda Romano.

La prima parte del convegno ha visto gli interventi del presidente della Camera di Commercio Paolo Odone, di Iolanda Conte di Uniontrasporti, del senatore Maurizio Rossi, degli assessori allo sviluppo economico della Regione, Edoardo Rixi, e del Comune di Genova, Emanuele Piazza e di Marco Novella, membro della giunta camerale. A portare il punto di vista delle istituzioni locali sono stati poi il sindaco di Genova Marco Doria e il presidente della Regione Liguria.

Per il governatore Giovanni Toti il Terzo Valico sancisce la fine dell’isolamento ferroviario di Genova e della Liguria. Ma prima di arrivare alla consegna dell’opera bisogna compiere un percorso di accompagnamento adeguato, far partire il nodo di Tortona e i cantieri nella pianura padana. E’ importantissimo il lavoro svolto in questi anni con i Governatori del Piemonte e della Lombardia, che saranno a Genova il 22 maggio per la cabina di regia con il ministro dei trasporti Graziano Delrio: il Nord Ovest è l’unica macroregione che ha al proprio interno due corridoi europei ed è quella a maggiore vocazione logistica.

L’ultima parte del convegno è stata dedicata a una tavola rotonda, moderata da Franco Manzitti, cui hanno partecipato il commissario di governo per il Terzo Valico Iolanda Romano, l’amministratore straordinario Cociv Marco Rettighieri, il direttore Investimenti Progetto AV-AC di RFI Daniela Lezzi, il neopresidente di Confidustria Genova Giovanni Mondini e il vice presidente della Camera di Commercio Massimo Giacchetta.

“Il mio mandato - ha sottolineato Iolanda Romano - mette al centro l’interesse pubblico nell’accompagnamento della realizzazione dell’opera. In questi giorni si è completata un’inversione a U rispetto alla situazione di cinque mesi fa. Tre gli elementi di questo percorso: la nomina dell’amministratore straordinario del Cociv Rettighieri da parte del prefetto di Roma a garanzia della correttezza e della ripresa dei lavori; il passaggio della direzione lavori da Cociv a Italferr per riportare il controllo nelle mani del soggetto attuatore che è una società pubblica dello Stato; la modifica dell’Osservatorio Ambientale, che si sposta da Roma ad Alessandria e allarga la composizione ai membri delle Arpa locali e dell’Istituto Superiore della Sanità a rafforzamento del controllo dell’ambiente e della salute. In questo percorso la collaborazione tra tutti gli enti è stata e deve continuare ad essere determinante. Le due regioni, Liguria e Piemonte, e le amministrazioni, anche di segno politico opposto, hanno collaborato e continuano a collaborare con grande impegno, portando a un clima di fiducia importante. Per quanto riguarda il territorio genovese, è indicativo che Ennio Cascetta coordinatore della Struttura tecnica di missione presso il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, abbia lanciato proprio oggi l’idea di rinominare la tratta ‘Alpi - Mar Ligure’ a sottolineare il ruolo centrale di Genova e del suo porto”.

Marco Rettighieri non vede ostacoli nella realizzazione del Terzo Valico: “Cociv deve riemettere 13 bandi di gara nei prossimi sei mesi per un totale di oltre 2,1 miliardi di euro. Ci tengo a precisare che le turbolenze vissute da Cociv sono comunque legate a singole persone: rinnovati i vertici, la squadra che ho trovato è fatta da persone oneste e competenti. La mia presenza serve soprattutto a dare concretezza e confermare che gli investimenti vengano fatti con processi  trasparenti guidati da un concreto senso civico”.

Daniela Lezzi ha sottolineato che "La recente consegna del quarto lotto e la firma dell’atto modificativo con Cociv segnano un deciso passo avanti nella prosecuzione a pieno ritmo della realizzazione del Terzo Valico. RFI, insieme alla società di ingegneria Italferr, a cui è stata affidata la direzione lavori, continuerà a dare il proprio contributo con il massimo impegno verso il completamento di un’opera strategica, parte della rete dei Corridoi europei Ten-T.  In tale quadro, assumono rilievo anche gli interventi di potenziamento infrastrutturale e tecnologico delle tratte a monte del Terzo Valico, che garantiranno la velocizzazione delle linee Genova-Torino e Genova-Milano”.