LO SMART PORTS & LOGISTICS DI GENOVA CONFERMA IL RUOLO STRATEGICO DEL TERZO VALICO

Conferma importante del ruolo centrale del Terzo Valico nell’attrazione dei traffici europei ed extraeuropei dallo Smart Ports & Logisitics, la sessione della Genoa Shipping Week dedicata al potenziamento dei corridoi logistici, quest’anno focalizzata sul rilancio del sistema logistico del Nord Ovest e realizzata in collaborazione con la Cabina di Regia delle Regioni Liguria, Lombardia e Piemonte. 

 

Giunto alla sua terza edizione Smart Ports & Logisitics è stato occasione di un confronto importante nella giornata del 30 giugno sullo sviluppo del cluster marittimo euro-mediterraneo, richiamando l’attenzione in particolare sulle opportunità della nuova Via della Seta, l’imponente strategica della Cina per il miglioramento dei collegamenti e dei collegamenti e della cooperazione tra paesi nell'Eurasia. 

Il tema era già stato affrontato dal Presidente Mattarella insieme al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, nei colloqui con il Ministero del Trasporto e la Commissione Nazionale per lo Sviluppo e le Riforme della Repubblica Popolare Cinese, candidando l’Italia  come porta d'ingresso per l'Europa delle merci e delle rotte crocieristiche provenienti dall'Asia, in virtù della sua funzione di raccordo nei collegamenti e nella logistica tra Oriente e Occidente. Nell’incontro bilaterale Italia -Cina infatti era stato posto un accento particolare sulla centralità dei porti italiani, primi trai quali quelli di Genova e Savona, che possono fare affidamento sui corridoi europei - di cui il Terzo Valico è un tassello fondamentale - come collegamento a una rete ferroviaria moderna che dall'Italia si proietta verso le diverse aree dell'Europa.

 

Il dibattito a Genova si è concentrato sul potenziamento dei corridoi logistici, sulla promozione dell’intermodalità, sulle prospettive del piano comune della macroregione del nordovest italiano. 

La realizzazione del Terzo Valico è stata presentata come tassello nodale per la competitività del sistema dei porti liguri e italiani dagli assessori ai trasporti delle tre Regioni, Alessandro Sorti per la Lombardia, Francesco Balocco per il Piemonte ed Edoardo Rixi per la Liguria, dal Presidente dell’Autorità di sistema portuale, Paolo Signorini. L’opera si inserisce inoltre a pieno titolo nella cosiddetta ‘cura del ferro e dell’acqua’ in corso, illustrata da Ivano Russo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Commissario per il Corridoio Mediterraneo Paolo Foietta ha sottolineato la complementarietà dei corridoi europei che si incrociano nel nord ovest italiano e il loro reciproco rafforzamento nel sistema dei valichi alpini.

 

Molto significativa la voce degli operatori, rappresentati dei presidenti di autorevoli realtà nel mondo della logistica: Rino Canavese dell’interporto CIM Novara, Gian Enzo Duci di Federagenti, Mino Giachino di Saimare, Giancarlo Laguzzi di Fercargo e Luigi Merlo di MSC;tutti i relatori hanno sottolineato la necessità di un potenziamento del trasporto su ferro e la forte attesa per l’entrata in esercizio del Terzo valicoper l’acquisizione di nuovi mercati.

L'intervento del Commissario di governo Iolanda Romano ha confermato il rispetto dei tempi di realizzazione dell’opera: la prospettiva dell’entrata in esercizio del Terzo Valico per il 2022 è stata accolta con favore dai rappresentanti delle Regioni, dei porti e dagli operatori.