OSSERVATORIO AMBIENTALE TERZO VALICO: ACQUEDOTTO DI SOTTOVALLE E MONITORAGGIO QUALITÀ DELL’ARIA

Fra i temi principali al centro della seduta tenutasi il 4 aprile ad Alessandria la conclusione dei lavori per l’acquedotto sostitutivo di Sottovalle e la revisione di alcuni punti di monitoraggio dell’atmosfera nel comune di Genova.
 

I lavori per l’acquedotto sostitutivo di Sottovalle

L’acquedotto alternativo per servire la frazione di Sottovalle (Arquata Scrivia) nel caso di interferenze dello scavo della galleria di Valico con le attuali sorgenti che alimentano l’acquedotto è stato sostanzialmente ultimato ed è già utilizzabile in modalità manuale, anche se comunque gli scavi sono ancora a oltre 600 metri di distanza dalla zona individuata come potenzialmente interferente con le sorgenti.

Dopo il completamento di alcuni interventi di finitura, dell'impianto di telecontrollo e del collegamento delle pompe alla rete elettrica, intorno a metà aprile si procederà al collaudo delle opere e alla consegna al Consorzio Acquedotto di Sottovalle. Cociv garantirà comunque l'esercizio dell'acquedotto anche prima della consegna e l’Osservatorio monitorerà tutti i passaggi formali fino alla piena operatività da parte del Consorzio.
 

Il tratto a supporto dell’acquedotto di Arquata Scrivia

È in fase di completamento anche l’intervento a supporto dell’acquedotto di Arquata nel caso di un eventuale parziale isterilimento delle sorgenti di Rigoroso (anche se il modello geologico aggiornato ha praticamente escluso questo rischio), intervento che era stato richiesto dagli enti locali, dal gestore del servizio idrico integrato e dall’Osservatorio, grazie anche alla mediazione del Commissario Terzo Valico. 

Il tratto rimanente della tubazione, lungo la linea ferroviaria storica, è in corso di programmazione insieme al compartimento ligure di RFI per individuare le modalità di posa. 
 

Il monitoraggio dell’atmosfera nel comune di Genova

A seguito di valutazioni tecniche condotte da Arpal in accordo con Cociv, per ottenere una maggiore rappresentatività della rete di monitoraggio della qualità dell’aria, è stata effettuata una revisione di alcuni punti di campionamento localizzati nel comune di Genova. Si tratta di punti aggiuntivi rispetto a quelli già definiti dal Piano di monitoraggio ambientale approvato dal Ministero, individuati per valutare gli impatti sull'atmosfera derivanti dal prossimo adeguamento della viabilità lungo la Val Chiaravagna.

In seguito alla revisione è stato posizionato un nuovo punto di monitoraggio dei parametri meteo-climatici e della concentrazione di PM10, PM2.5, dei metalli nel particolato e degli inquinanti gassosi, in sostituzione di altri due ritenuti non sufficientemente rappresentativi degli impatti specifici sull'atmosfera dovuti ai cantieri del Terzo Valico, in quanto situati in aree interessate da intenso traffico veicolare e dalla presenza di altri cantieri.