Sicurezza dei lavoratori e occupazione


Nel maggio 2016 sono stati costituiti presso le Regioni Piemonte e Liguria due tavoli con Cociv, le organizzazioni sindacali regionali e provinciali della categoria edili, le Asl delle province di Genova e Alessandria e il Commissario di Governo per affrontare i temi della sicurezza dei lavoratori sui cantieri e dello sviluppo di opportunità occupazionali per il territorio nel corso dei lavori. 

I tavoli hanno portato a due Protocolli di intesa (uno per la Liguria, a luglio 2016 e uno per il Piemonte, ad agosto 2016) che prevedono: 
  •  l’assunzione da parte di Cociv di lavoratori provenienti dalle aree interessate dall’opera, 70 in Liguria entro fine 2016 e 150 in Piemonte entro la primavera 2017; 
  • l’impegno delle Regioni a sostenere percorsi formativi che accompagnino l’incontro fra la domanda di lavoro e le professionalità richieste da Cociv; 
  • l’impegno di Cociv (secondo un’opportunità prevista dal nuovo Codice degli appalti) ad inserire nei prossimi bandi di gara condizioni premianti per le imprese che utilizzeranno personale appartenente a categorie svantaggiate
  • per il Piemonte, in vista dell’incremento di lavoratori atteso per il territorio alessandrino, è stato concordato un aumento del personale Asl (Spresal) incaricato dei controlli sulla sicurezza in cantiere

Sono state inoltre condivise procedure più tempestive di intervento per emergenze e la realizzazione in prossimità dei cantieri principali di piazzole per l’elisoccorso del 118. 
A fine settembre 2016 erano già 70 i lavoratori residenti nella Provincia di Genova e 20 i lavoratori residenti nella Provincia di Alessandria assunti grazie al Protocollo di intesa.