Un progetto di sviluppo per l’alessandrino


Il 12 settembre 2016 il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, la Regione Piemonte, RFI, la Provincia di Alessandria e 11 comuni dell’alessandrino hanno firmato un Protocollo d’intesa per la realizzazione di un progetto condiviso di sviluppo del territorio piemontese attraversato dal Terzo Valico, del valore di 60 milioni di euro. 

I criteri per la redazione del progetto, coordinato dal Commissario di Governo, saranno: favorire interventi che promuovano lo sviluppo economico, sociale, ambientale e turistico del territorio a scala sovracomunale, privilegiare gli interventi nelle aree maggiormente interessate dai cantieri e localizzarli in base a un’equa ripartizione delle risorse, tenendo conto delle opere già realizzate o già oggetto di accordi. Il Progetto condiviso sarà l’esito di un percorso partecipativo che si è avvalso di diversi strumenti. 

Tra luglio 2016 e gennaio 2017 sono stare realizzate oltre 90 interviste ad associazioni, portatori di interesse, sindacati e istituzioni del territorio. Il 29 ottobre 2016 ad Alessandria si è svolto l’evento pubblico “60 milioni di opportunità. Lo sviluppo del territorio: discutiamone insieme”, realizzato con la tecnica Ost (Open Space Technology) volta a facilitare la partecipazione dei cittadini alla discussione, cui hanno partecipato 350 persone. 

Tra maggio e luglio 2017 sono stati organizzati cinque focus group per approfondire i principali temi emersi nella prima fase, in particolare le potenzialità dei settori del turismo, delle eccellenze enogastronomiche e del settore agroalimentare, della filiera della chimico-plastica-gomma, dell’industria siderurgica e del cemento e del sistema della logistica. Ai lavori, guidati dal Commissario di Governo insieme a RFI, a rappresentanti dei settori regionali e provinciali e, per la logistica, Confindustria, hanno partecipato circa 140 stakeholder. Dal percorso partecipativo sono emersi circa una ventina di temi da sviluppare, che ora saranno portati all’analisi di fattibilità economica. 

Il 22 maggio 2017 i firmatari del Protocollo d’intesa hanno siglato un Addendum per anticipare, nell’ambito dei 60 milioni previsti dal Progetto condiviso, 11 interventiuno per comune - da 1 milione di euro ciascuno. I progetti sono stati elaborati dalle amministrazioni comunali sulla base delle esigenze ritenute prioritarie per il proprio territorio e spaziano dal miglioramento della viabilità per alleggerire l’impatto dei cantieri sul traffico, alla riqualificazione urbana per migliorare la ricettività in relazione al carico di persone derivante dai cantieri, fino alla valorizzazione delle potenzialità turistiche. È ora in corso l’iter per l’autorizzazione del Cipe.   


TAPPE DEL PROGETTO CONDIVISO DI SVILUPPO

  • Firma del Protocollo d’intesa e incontri di ascolto del territorio:Settembre 2016
  • Evento partecipativo Ost a Alessandria e condivisione obiettivi:Ottobre 2016
  • Studio di prefattibilità Presentazione pubblica del progetto e proposta al Cipe:2017