Chi controlla l’ambiente


Per rilevare tempestivamente eventuali situazioni non previste e predisporre le necessarie azioni correttive, durante la realizzazione dell'opera lo stato dell'ambiente viene controllato dagli enti pubblici, con i quali Cociv deve concordare il sistema di monitoraggio. In particolare:
 
  • il Mattm, Ministero dell’Ambiente e tutela del territorio e del mare, verifica l'attuazione delle prescrizioni impartite in fase di progetto; 
  • le Regioni verificano nel merito la correttezza dell'attuazione dell'opera in quanto sono rappresentate sia nella Commissione tecnica di VIA, che è la struttura di cui si avvale il Mattm, sia nell'Osservatorio Ambientale per il Terzo Valico, che supervisiona le attività sul monitoraggio ambientale;
  • le Regioni, la Provincia di Alessandria e la Città metropolitana di Genova si occupano della verifica amministrativa delle procedure e della corretta gestione degli inerti dopo l'autorizzazione del Piano di utilizzo delle terre e rocce da scavo da parte del Mattm. Inoltre, in Liguria l’Asl (Azienda sanitaria locale) si occupa del controlli all’interno delle cave, mentre in Piemonte questa attività è svolta dal settore regionale Polizia mineraria delle miniere e delle cave
  • Arpa e Arpal, le Agenzie regionali di protezione dell’ambiente, effettuano i controlli e i rilievi. Controllano inoltre i dati grezzi e non ancora validati dei rilievi effettuati da Cociv, che vengono raccolti in un sistema informativo condiviso (Sigmap) che consente l'analisi critica dei dati raccolti da Cociv. 

Infine per il Terzo Valico, così come per tutte le opere di particolare complessità inserite nella cosiddetta Legge Obiettivo, è stato costituito dal Mattm un Osservatorio Ambientale che ha il compito di vigilare sull’attuazione e l’efficacia degli impegni ambientali assunti da Cociv durante l’approvazione del progetto e di garantire la più completa e puntuale informazione alla cittadinanza in merito alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica.


Regione Liguria e Regione Piemonte 

  • Controllano la correttezza amministrativa dell’attuazione da parte di Cociv delle prescrizioni date dal Ministero dell’Ambiente; 
  • valutano la necessità o meno di eseguire la Valutazione Ambientale Strategica (VAS) su eventuali variazioni agli strumenti di programmazione rese necessarie dalla realizzazione del Terzo Valico;
  • quando necessario in base alla normativa vigente, effettuano la Valutazione di Impatto Ambientale regionale su cave e siti di deposito delle terre; inoltre la Regione Piemonte ne autorizza l’apertura, anche se già approvata dal Piano di utilizzo delle terre. 

Provincia di Alessandria e Città metropolitana di Genova  

  • Rilasciano le autorizzazioni agli scarichi idrici, alle emissioni in atmosfera e in materia di rifiuti, di impianti di produzione di energia elettrica (come gruppi elettrogeni) e di elettrodotti; 
  • gestiscono la rete delle strade provinciali; 
  • inoltre la Città metropolitana è l’autorità competente in materia di qualità dell’aria.

Arpa Piemonte a Arpal Liguria 

  • Forniscono supporto tecnico agli enti (compreso Osservatorio Ambientale), cioè verificano i piani di monitoraggio, la loro messa in opera e i dati raccolti;  
  • valutano la gestione delle problematiche ambientali su aria, acqua, suolo e rifiuti da parte di Cociv attraverso campionamenti e misure.