IL COMMISSARIO COLLABORA CON IL SERVIZIO ALTA SORVEGLIANZA GRANDI OPERE

Inizia la collaborazione del commissario Romano con il servizio per l’Alta Sorveglianza delle grandi opere del Ministero delle infrastrutture, per rafforzare i controlli sula realizzazione del Terzo Valico. Nella foto, oltre al commissario, il direttore del servizio Loredana Cappelloni e il generale Antonio Scazzeri, capo del Nucleo anticorruzione della Guardia di Finanza.

Il supporto al servizio del Mit rientra nell’attività di vigilanza che il commissario già svolge sul Terzo Valico. Infatti l’articolo 20 del decreto legge 185/2008, richiamato nel decreto di nomina del commissario da parte del presidente del Consiglio dei ministri, al punto 3 recita, tra l’altro: “Il commissario nominato ai sensi del comma 2 monitora l’adozione degli atti e dei provvedimenti necessari per l’esecuzione dell’investimento; vigila sull'espletamento delle procedure realizzative e su quelle autorizzative, sulla stipula dei contratti e sulla cura delle attività occorrenti al finanziamento, utilizzando le risorse disponibili assegnate a tale fine. Esercita ogni potere di impulso, attraverso il più ampio coinvolgimento degli enti e dei soggetti coinvolti, per assicurare il coordinamento degli stessi ed il rispetto dei tempi. Può chiedere agli enti coinvolti ogni documento utile per l'esercizio dei propri compiti”.